×

select your country

North and South America

CASTON SNOWBIRD SHRED - DIETRO LE QUINTE

Blizzard è orgogliosa di aver lavorato con Marcus Caston del Team Freeride e con il fotografo e film-maker Adam Clark ad un concept eccezionale nella sua semplicità: la realizzazione di un servizio fotografico sulle piste più frequentate di Snowbird (Utah), dove Caston è di casa, per dare un’immagine esclusiva a un’esperienza in cui lo sciatore comune possa identificarsi. Caston e Clark non hanno atteso giornate di grandi nevicate, non hanno cercato luoghi remoti né piste irraggiungibili per i normali sciatori di Snowbird. Ecco che cosa ci raccontano di questo progetto.

MARCUS    Il primo film sullo sci di cui mi sono innamorato è stato The Tangerine Dream dei TGR.  Sono venuti a Snowbird e hanno filmato tutti i miei eroi del posto mentre sciavano sulla stessa montagna che io chiamo casa.  Ho riguardato il pezzo girato a Snowbird migliaia di volte, immaginando me stesso nel film a mostrare a tutti le mie piste preferite.  I TGR hanno centrato in pieno il bersaglio, perché hanno creato qualcosa in cui anch’io potevo immedesimarmi.  La maggior parte degli sciatori non ha l’opportunità di andare in posti esotici a cercare la neve perfetta.  La maggior parte rimane all’interno delle località sciistiche e gran parte delle volte le condizioni non sono perfette. Eppure si scia sempre, ed è sempre divertente. Una brutta giornata sulla neve è sempre meglio che una giornata in qualsiasi altro posto.

Non ero sicuro che l’idea di realizzare il servizio completamente a Snowbird senza neve fresca sarebbe stata apprezzata, specialmente quando abbiamo contattato un fotografo di fama mondiale come Adam Clark. Invece, con mio grande piacere, lui ha accettato, e così abbiamo cominciato.

ADAM       Ero davvero entusiasta di affrontare questa sfida, fotografare Marcus mentre sciava a Snowbird, ma temevo anche che non avrebbe funzionato: sono abituato a un pubblico che vuole vedere una neve pazzesca e piste da urlo, con conseguenti grandi costi di produzione. Abbiamo deciso che non avremmo fotografato quello che la gente si aspetta di vedere in Utah, ovvero neve da record. Volevamo immortalare lo sci di tutti i giorni sulle piste frequentate da tutti, con una spruzzata di neve fresca sul ghiaccio, le gobbe... Non abbiamo fatto scatti in esclusiva o levatacce all’alba. Fortunatamente per me, fin dai primi scatti - Marcus che sciava su una linea di gobbe sotto la cabinovia a Silver Fox - ho capito che avrebbe funzionato e che sarebbe stato divertente. Dopo dieci giorni di foto, spesso scattate dalla prima corsa del mattino, abbiamo capito di avere sufficiente materiale e che avremmo potuto semplicemente goderci il posto. Una nota a parte: ho fatto tutte le foto aeree dal finestrino della cabina durante la discesa. Non sono ammessi droni a Snowbird, così ci siamo dati da fare per cercare il momento perfetto in cui io passavo in cabina sopra Marcus.

MARCUS     All’inizio delle riprese ero nervoso, ma alla fine si è rivelato il progetto più facile a cui abbia mai lavorato. Ho semplicemente sciato sulle mie piste preferite allo stesso modo in cui ci ho sciato negli ultimi 26 anni della mia vita. Era esattamente come una qualunque giornata trascorsa in montagna con gli amici. Metà del tempo, Adam lo ha passato andando su e giù con la cabinovia per fotografarmi mentre sciavo. Alla fine io saltavo sulla cabina, risalivamo e ricominciavamo da capo. Credo di aver fatto molte più curve da vetta a valle di quante ne faccia normalmente.

Uno dei momenti più belli durante le riprese è stato quando eravamo in cima a Great Scott ed è arrivato un gruppo di ragazzini dello Snowbird Ski Team. L’allenatore ha detto loro due parole, dopodiché si è lanciato a valle disegnando curve da super G. Uno dopo l’altro i ragazzi hanno seguito la sua traccia fino a valle, dove si sono battuti il cinque tra le chiacchiere e le risate. Mi ha riportato alla mente quando ero io uno di quei ragazzi che si spronavano a sciare più veloci e a diventare grandi. Sono stati quelli i momenti che mi hanno ispirato e per i quali desideravo realizzare questo progetto. Ed eccoci lì, in vetta, a fare le foto e finalmente farlo diventare realtà.